Maria Antonietta Carrozza

Una soluzione uguale per tutti non esiste.

L’unica via e’ un programma personalizzato e strutturato su misura per te.

3498351692

tonia.carrozza@gmail.com

I cereali e le loro proprietà

Proprietà del Farro:

Calorie e valori nutrizionali: 100 grammi di farro apportano 225 Calorie, 2,5 g di Grassi, 67 g di Carboidrati, 15 g di Proteine e 10 g di acqua. Apporto vitaminico: alti quantitativi di Vitamina A, B, C ed E e sali minerali come ferro, sodio, fosforo e calcio.

Usato per regolarizzare la flora intestinale, per chi ha problemi di stipsi.

Indicato per chi soffre di diabete in quanto ha un indice glicemico inferiore a riso e pane.

Consigliato alle donne in gravidanza in quanto previene l’ipertensione gravidica ed il diabete gestazionale.

Controindicazioni del farro: non può essere consumato dai celiaci ossia intolleranti al glutine ed è sconsigliato se si soffre di colite acuta.

Proprietà dell’Orzo:

Calorie e nutrienti: 100 g di Orzo perlato apportano circa 319 Calorie, 1,15 g di Grassi, 77 g di Carboidrati, 8,9 g di proteine, 10 g di acqua e 0 Colesterolo.

NB Seppur l’orzo in grani apporti circa 350 Calorie per 100 g, si ricordi che il caffè d’orzo, o l’orzo solubile non apportano alcuna caloria se non quelle proprie dello zucchero aggiunto per dolcificare la bevanda.

Apporti vitaminici mineralici e amminoacidici: contenendo molto acido glutammico, e vitamine B1, B2 e PP,B12 e vitamina E. L’orzo, molto ricco di silicio (utile al cervello ed al sistema nervoso), apporta all’organismo una buona dose di fosforo, potassio, magnesio, ferro, calcio, vitamina PP.

Indicazioni: è utilizzato per stimolare le funzioni celebrali, facilitare la concentrazione, ottimo per chi soffre di affezioni polmonari e cardiovascolari. Ha azione emolliente e disintossicante per i disturbi dell’apparato digerente. Ha anche una funzione antianemica grazie alla presenza della vitamina B12. Facile da digerire.

Proprietà: – antinfiammatorie e rinfrescanti per tutto l’apparato digerente, l’apparato respiratorio e le vie urinarie; indicato nella sindrome di colon irritabile (colite), di flatulenza, borbottii e fenomeni fermentativi, ha proprietà lassative: combatte la stitichezza; ha proprietà rimineralizzanti: migliora e porta in equilibrio il sistema nervoso e la memoria, contrastando i problemi cardiovascolari; contrasta la gastrite, il reflusso gastrico; ha proprietà emollienti; rinforza il sistema immunitario nel suo complesso, dà equilibrio a tutto l’organismo, svolge un’azione carminativa sulla gola; stimola la circolazione periferica; è rimineralizzante delle ossa, perchè ricchissimo di fosforo.

Proprietà del Mais:

Calorie e valori nutrizionali: 12,5g di acqua;100g di Mais apportano 353 Calorie; 75.1g di carboidrati; 2.5g di zuccheri semplici; 9.2g di proteine; 3.8g di grassi; 0g di colesterolo; 2g di fibra totale;

Apporto vitaminico: 0,36 mg Vitamina di B1; 0,20 mg di Vitamina B2; 1,50 mg di Vitamina B3; 62 µg di Vitamina A; 0mg di Vitamina C; 0mg di vitamina E.

Apporto mineralico: 35 mg di Sodio; 287 mg di Potassio; 2,4 mg di Ferro; 15 mg di Calcio; 256 mg di Fosforo; 120 mg di Magnesio; 2,21 mg di Zinco; 0,31 mg di Rame; 15,50 µg di Selenio.

Usi del mais: utilizzato come olio, farina, amido e chicchi e quindi è molto versatile in cucina, potendo realizzare con questo cereale varie preparazioni.

Indicazioni: essendo un cereale privo di glutine è indicato nella diete di chi è affetto da celiachia.

Poiché contiene acido folico e vitamina B1 è molto importante  per l’alimentazione in gravidanza e nella prima infanzia,  la crema di mais è un ottimo alimento e si presta bene all’introduzione dietetica nello svezzamento. Rappresenta inoltre una buona fonte di Ferro per cui è indicato per le persone anemiche. Assicurando un buon apporto di fibra alimentare ed essendo un alimento ad ottima digeribilità è importante per la salute di stomaco e intestino soprattutto per chi soffre di spasmi del colon.

Il mais è un alimento ricco di fibre, queste rallentando il transito intestinale e l’assorbimento degli zuccheri, contribuiscono a mantenere bassa la glicemia; per questo motivo il mais è indicato nell’alimentazione dei diabetici e delle persone in sovrappeso e per chi soffre di ritenzione idrica. Essendo privo di colesterolo è indicato nell’alimentazione dei soggetti che hanno valori di LDL elevati, favorendone l’abbassamento.

Proprietà del mais: utilizzato come farina, pane e pasta e non come prodotto conservato e inscatolato il mais:

regolarizza l’intestino perché apporta una buona quantità di fibre che inoltre facilitano il mantenimento di bassi livelli di LDL.

Fa bene alla linea perché apporta meno calorie rispetto ad altri cereali e quindi è utile nelle diete ipocaloriche, combatte inoltre il gonfiore post prandiale. Essendo una ottima fonte di vitamine del gruppo B è utile per tutta l’attività metabolica.

Alleato nella salute del cuore e nel controllo dell’ipertensione perché apporta zero colesterolo, è una buona fonte di potassio, apporta poco sodio e pochi grassi.

Fonte alimentare per i celiaci perché non contiene glutine, per il prodotto industriale occorre assicurarsi che la lavorazione industriale sia apposita per queste problematiche.

Alimento ideale per la prevenzione delle malattie del fegato in quanto apporta pochi trigliceridi e zero colesterolo.

Alleato contro il diabete perché ha indice glicemico inferiore ai cereali raffinati favorendo bassi livelli di glicemia ematica. Anche in questo caso è preferibile favorire l’uso di prodotti quali pasta, pane o farina e non del prodotto in chicchi inscatolato in quanto il liquido di conservazione contiene più sodio ed è a base di glucosio. Per tale motivo è più calorico e quindi sconsigliato sia per i diabetici, sia per gli ipertesi, sia per i soggetti che devono affrontare diete per il controllo del peso corporeo.

Alleato contro l’anemia perché assicura un buon apporto di ferro.

Alleato della memoria: visto l’apporto di Sali minerali tra cui fosforo e magnesio.

Combatte i processi ossidativi visto l’apporto di vitamina A e altre vitamine che contrastano tali fenomeni.

Alleato contro l’osteoporosi e la salute dei denti per l’apporto di calcio.

Controindicazioni: ogni alimento deve essere consumato sempre senza eccessi e l’assunzione degli alimenti deve assicurare all’organismo una corretta varietà di nutrienti. Ogni alimento consumato esageratamente provoca problematiche. Il mais ad esempio poiché contiene alcaloidi vegetali se consumato in quantità esagerate può dare fenomeni di vomito, diarrea e coliche anche in persone che tollerano bene l’alimento.

Curiosità proprio gli alcaloidi vegetali di cui è costituito favoriscono l’insorgenza di eccitazione; gli indiani peruviani infatti, lo usavano come stupefacente.

Proprietà dell’Avena:

Calorie e nutrienti: 100 g di Crusca d’avena apportano circa 246 calorie (63,3% carboidrati, 12,8% proteine, 23,9% grassi).

Nutrienti, apporti vitaminici, proteici e mineralici: buoni quantitativi di vitamine B1, B2, PP e D.  buone quantità di carotene e sali minerali come ferro, calcio, sodio, fosforo e magnesio. Infatti dal punto di vista nutrizionale è il cereale più ricco di vitamine del gruppo B e proteine, circa 10-16% della sua composizione possedendo inoltre anche un elevato contenuto di acido linoleico, tra gli acidi grassi essenziali più importanti per il nostro organismo. L’avena è una fonte di carboidrati a lenta digestione. Non provoca forti picchi insulinici. In questo modo fornisce al nostro organismo energia a lungo termine.

Indicazioni: L’avena è un alimento capace di abbassare il colesterolo cattivo (LDL)

E’ un alimento da preferire nell’alimentazione dei diabetici perchè contiene proteine (17%) con un bassissimo potere glicemico.

E’ un cereale particolarmente adatto ai bambini perchè ricco di sostanze utili per la crescita e per il ripristino delle energie perdute durante l’attività fisica.

Per il suo Alto contenuto di vitamine, proteine per depurare l’organismo l’avena  è un cereale energetico e tonificante, oltre ad avere un ottimo sapore è soprattutto consigliato a coloro che desiderano cambiare la propria alimentazione verso una più sana.

Importante è la funzione che svolge l’avenina, un componente che favorisce l’attività dell’ intestino, del fegato e fa si che tale alimento funga da depurativo per coloro che sono in sovrappeso ma anche per chi ha facilità ad ammalarsi ed i soggetti allergici.

Consigliato il consumo di questo cereale in forma di fiocchi crudi oppure poco cotti, dà ottimi risultati soprattutto a coloro che soffrono di depressione, nervosismo, stress mentale e fisico ma anche a studenti sotto esame.

Facilmente digeribile è soprattutto indicato il consumo ai soggetti con problemi di gastrite, colite o disturbi digestivi inoltre è ottimo anche per chi soffre di diabete vista la scarsa presenza di glucidi.

Una raccomandazione importante: l’avena può essere mal tollerata da chi soffre di allergie o intolleranze al nickel. Per quanto riguarda chi soffre di celiachia, invece, gli studi più recenti indicano l’avena come un cereale sicuro se non viene contaminato da proteine del grano, dell’orzo o della segale durante la lavorazione. In tali circostanze ideali, l’avena non sarebbe lesiva per la maggior parte dei celiaci (99,4%). L’avena è una fonte di carboidrati a lenta digestione. Non provoca forti picchi insulinici. In questo modo fornisce al nostro organismo energia a lungo termine.

RICEVE A:

Verona

Pescantina

Mantova

Copyright Dott.ssa Maria Antonietta Carrozza 2019